mercoledì 6 dicembre 2017

Cheesecake ai cachi **senza cottura

Dopo aver visto, in differita, la finale di Bakeoff Italia, mi è venuta voglia di preparare un dolce un po' più goloso del solito.
Solitamente infatti i miei dolci sono preparati per le nostre colazioni, perciò cerco sempre di rimanere sul sano, genuino e nel limite del possibile light, utilizzando farine integrali, senza burro, spesso senza uova..
Io poi non sono molto golosa di dolci, non amo molto le creme, a una torta con la panna preferisco una semplicissima crostata, o una torta di mele, la cheesecake però è uno di quei dolci che mi piacciono.
Ho pensato di abbinare un frutto di stagione, utilizzandolo nella sua freschezza, evitando la marmellata.
L'abbinamento del cacao con i cachi l'avevo già provato e mi piace molto, ecco quindi com'è nata la mia cheesecake! 

Ingredienti:
200 gr di frollini al cacao
60 gr di burro
250 gr di ricotta o formaggio spalmabile
140 ml di panna
65 gr di zucchero a velo
2 fogli di gelatina
Per la gelatina di cachi:
2 cachi
100 gr di zucchero a velo
1 foglio di gelatina

Preparazione:
Tritare i biscotti e trasferire in una ciotola. 
Sciogliere il burro, incorporare ai frollini e mescolare bene.
Foderare uno stampo con la carta forno e preparare la base di frollini, pressandoli bene sul fondo, fino a formare una base compatta.

Mettere la gelatina in ammollo nell'acqua per 5 minuti, strizzare bene e tenere da parte.
Scaldare in un pentolino un dito di panna e farvi sciogliere la gelatina.
In una terrina mescolare la ricotta con lo zucchero a velo.
Montare la panna e incorporare alla ricotta. 
Aggiungere anche la gelatina precedentemente sciolta nella panna.
Foderare i bordi dello stampo con una striscia di carta forno e versare il composto sulla base di biscotti.

Frullare i cachi con lo zucchero a velo, aggiungere la gelatina, precedentemente ammollata per 5 minuti in acqua fredda, strizzata e fatta sciogliere in un dito d'acqua calda.
Versare la gelatina di cachi sul composto di panna e ricotta.
Mettere in frigorifero per almeno 3 ore prima di servire.








venerdì 1 dicembre 2017

Spiedino di polpettine di salmone e cannellini con purè di sedano rapa

Si sa che ai bambini piacciono le polpette, meglio ancora se infilzate in uno spiedino e meglio ancora, aggiungerei, se con un retrogusto affumicato! 
Ed ecco così un altro metodo per far mangiare un po' di pesce e di legumi ai nostri bambini. Questa volta è il turno del salmone, pesce ricchissimo di omega3 e dei fagioli cannellini.
Ad accompagnare, un purè un po' diverso dal solito, sedano rapa, forse un gusto un po' più difficile, anche se molto delicato, ma in questo modo mettiamo davanti ai nostri bambini un nuovo sapore da sperimentare.
Anche se assaggiano soltanto, è già un piccolo passo fatto nei confronti di un nuovo cibo.
Con le dosi seguenti vengono circa 12 polpettine, se non le mangia tutta la famiglia, dimezzate!

Ingredienti per le polpette:
200 gr di salmone affumicato
100 gr di fagioli cannellini in scatola
1 fetta di pancarrè 
1 cucchiaio di caprino (o ricotta)
Prezzemolo q.b.
Pangrattato q.b.
Sesamo q.b.

Per il purè di sedano rapa:
200 ml di latte
200 ml di acqua
1 sedano rapa piccolo o mezzo grande
1 patata
Parmigiano grattugiato
Sale
Noce moscata

Procedimento:
Tritare il pancarrè e tenere da parte.
Tagliuzzare il salmone affumicato e frullare insieme ai fagioli cannellini, precedentemente scolati.
Trasferire il composto in una ciotola, aggiungere il cucchiaio di caprino o ricotta e il prezzemolo.
Incorporare poco per volta anche il pane, regolarsi in base alla consistenza, potrebbe non servire tutto.
Mettere l'impasto in frigorifero per mezz'ora. Successivamente formare delle palline, passare nel pangrattato, miscelato ai semi di sesamo, e infilare negli stecchini degli spiedini, oppure se preferite lasciatele sciolte.
Irrorare con olio extra vergine d'oliva e infornare a 180 gradi per 20 minuti, avendo l'accortezza di girarle a metà cottura.

**non c'è sale perché la salinità del salmone è già sufficiente 

Per il purè:
Mettere a bollire la patata e il sedano rapa, tagliati a cubotti, in acqua e latte, con un pizzico di sale.
Far cuocere per mezz'ora e successivamente frullare il tutto. Aggiungere il parmigiano, mantecare e servire come fosse un purè, aggiungendo una spolverata di noce moscata. 



mercoledì 29 novembre 2017

Lasagne di grano saraceno con ragù di verdure

Gli amanti della lasagna "classica" mi linceranno! Io adoro la lasagna, sia chiaro, soprattutto quella che fa la mia mamma, però mi piace anche cambiare, sperimentare, provare abbinamenti di sapori e prodotti diversi.
Queste lasagnette, preparate per il nostro pranzo domenicale, ne sono un esempio.
Ho utilizzato della pasta per lasagne con grano saraceno, della Moro Pasta, prodotto eccezionale già di per se.
Visto la particolarità della pasta, ho preferito abbinarci un sugo vegetariano, che mi sembrava si sposasse alla perfezione con il sapore del grano saraceno, è così è stato.
La consistenza è quella di un ragù perché le verdure le ho tritate finemente e durante la cottura hanno mantenuto gran parte della loro consistenza.
Ho arricchito con della besciamella light, preparata senza burro e senza latte, dal sapore comunque buonissimo, che ha donato cremosità e legato il tutto.

Ingredienti per il ragù di verdure:
1/2 sedano rapa
1 fetta di zucca
1 finocchio
1/2 cipolla bianca
1 carota
1 zucchina
1 scatola di pelati o passata di pomodoro
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
Sale, pepe
Basilico q.b.
Prezzemolo q.b.

Ingredienti per la besciamella:
1 cucchiaio di olio extra vergine d'oliva
3 cucchiai di farina bianca
350 ml di brodo vegetale
3 cucchiai di parmigiano
Noce moscata q.b.

Procedimento:
Pulire le verdure e grattugiarle o tritarle, l'importante è che siano tutte della stessa dimensione.
Soffriggere le verdure con un cucchiaio d'olio e aggiungere il concentrato di pomodoro e la passata.
Salare, pepare, aggiungere anche un bicchiere di acqua e coprire.
Far cuocere per una mezz'oretta, finché il sugo avrà preso un po' la consistenza di un ragù.
Verso fine cottura aggiungere qualche foglia di basilico e un po' di prezzemolo.

Preparare la besciamella. In una padella antiaderente scaldare l'olio, aggiungere la farina è poco per volta incorporare il brodo vegetale, mescolando energicamente con la frusta, in modo non si formino grumi e spegnere subito il fuoco.
Aggiungere la noce moscata, a piacere, e il parmigiano.

Cuocere le lasagne in acqua bollente con un filo d'olio per 7/8 minuti. (Io per questa teglia ho usato 300 gr di lasagne, per 4 persone è abbastanza)

Unire la besciamella al ragù di verdure.

Assemblare le lasagne:
Cominciare con un primo strato di sugo, poi alternare le lasagne al sugo, aggiungendo una spolverata di parmigiano in ogni strato.
Concludere con un filo d'olio in superficie e infornare a 180 gradi per mezz'ora. 




venerdì 24 novembre 2017

Bocconcini di merluzzo gratinati

La gran parte dei bambini, si sa, non ama spassionatamente il pesce..Non è il caso del mio bambino fortunatamente, anche se ha sempre paura di trovare qualche lisca e quindi qualche problema me lo da comunque! 
Cerco sempre di cucinarlo in modo idoneo a lui, innanzitutto per essere sicura di pulirlo bene ma anche per non rischiare che rimanga nel piatto e che venga solo girato e rigirato con la forchetta.
Spesso i bambini si devono "ingannare", a fin di bene ovvio, basta presentargli in modo originale e intrigante un piatto che normalmente non li invoglierebbe troppo.
Certi non sono d'accordo su questa cosa, molti "educatori" dicono sia sbagliato, io trovo non ci sia proprio niente di male, ci vuole così poco! Mi dico...se a me che sono adulta piace un piatto ben impiattato, ben presentato, lo stesso vale anche per loro! Vogliamo mettere dei bocconcini di merluzzo da mangiare direttamente dalla conchiglia con il cucchiaino piuttosto di un triste, se pur buono, filettino di merluzzo nel piatto? 
Erano così buoni che mio marito mi ha detto: la prossima volta fallo così anche per noi! 
Ecco qui di seguito gli ingredienti e la facilissima preparazione.

Ingredienti:
1 filetto di merluzzo (circa 120 gr)
Farina bianca q.b.
Pangrattato q.b.
Sale
Olio e.v.o.
1 noce di burro
Prezzemolo
Limone
**se i vostri bimbi gradiscono potete aggiungere anche qualche erbetta o una spolverata di pepe macinato.

Procedimento:
- Pulire bene il filetto di merluzzo e tagliuzzare a bocconcini.
- Infarinare i bocconcini.
- In una padella scaldare un filo d'olio e una noce di burro e saltare i bocconcini per un minuto.
- Salare e sfumare con il succo di mezzo limone. **
- Trasferire i bocconcini nelle conchiglie, cospargere con prezzemolo e pangrattato.
- Infornare a 180 gradi per 15 minuti circa.
**volendo si può sfumare anche con un dito di vino bianco.



domenica 12 novembre 2017

Torta speziata al cacao, caffè e arancia

Tanti ingredienti ma una torta molto semplice e dalla riuscita assicurata. Un ottimo equilibrio di sapori, ne mangi una fettina e non sai per quale motivo ti viene voglia subito di prenderne una seconda! 
Prevale il sapore dell'arancia, ma a me che piace molto l'aracia abbinata al cioccolato, direi che è perfetta.
Quello che ci voleva per questa domenica tipica novembrina, dove il primo freddo si fa sentire e ciò che si desidera maggiormente è restare in casa con la propria famiglia e perché no con qualche amico!

Ingredienti:
2 uova
3 cucchiai di cioccolato amaro in polvere
2 cucchiai di mandorle tritate
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 cucchiaino di zenzero in polvere
1 cucchiaino di noce moscata in polvere
Qualche semino di anice stellato
1 bustina di lievito
2 cucchiaini di caffè solubile 
1 cucchiaino di caffè
1 tazzina di caffè
1 arancia
80 ml di olio di semi
200 gr di farina

Preparazione:
Sbattere le uova con lo zucchero, l'olio di semi, la tazzina di caffè e il succo di una arancia.
Poco per volta unire tutti gli ingredienti secchi, le spezie, i caffè, il cacao, la scorza grattugiata dell'arancia, le mandorle tritate e infine la farina.
Volendo si può continuare con la frusta elettrica, amalgamando bene gli ingredienti.
Imburrare una teglia o foderarla con carta forno, riempire con l'impasto e infornare a 180 gradi per 30 minuti.
Spolverare con zucchero a velo.



giovedì 9 novembre 2017

Salmone e verdure al vapore con salsa allo yogurt e zenzero

Quanto mi è piaciuto questo piatto! A vederlo può sembrare elaborato, o forse "complicato". Per qualcuno può essere "triste", per il fatto che è tutto cotto a vapore. 
È invece un piatto ultra semplice e velocissimo da preparare! Basta mettere gli ingredienti in vaporiera ed è fatta! 
Ed è tutt'altro che triste, anzi è molto buono e stuzzicante, oltre che essere sano e genuino, ricco di ferro e omega 3! 
***La cottura del salmone al vapore è ideale, poiché il grasso del salmone viene eliminato, lo troverete tutto nell'acqua della vaporiera! 

Ingredienti:
1 trancio di salmone alto circa 2 cm
1 zucchina
Qualche fagiolino
1 finocchio
1/2 avocado
Qualche foglia di spinaci 
5/6 asparagi
Zenzero
Limone
50 gr di yogurt
Pepe nero
Sale
Olio e.v.o.

Procedimento:
Pulire il salmone e ricavarne dei bocconcini, della dimensione che preferite.
Aromatizzare l'acqua della vaporiera aggiungendo la scorza del limone, la "barba" del finocchio e un pezzetto di radice di zenzero.
Tagliare le verdure, e disporre nella vaporiera, tranne gli spinaci e l'avocado.
Una volta cotte le verdure (ci vorranno circa 15 minuti) aggiungere il salmone e far cuocere per altri 15 minuti.
Nel frattempo preparare la salsa allo yogurt frullando 50 gr di yogurt con un filo d'olio, il succo dello zenzero (circa 1 cucchiaino), un paio di foglioline di spinaci crudi e un pizzico di sale e il pepe.
Disporre le verdure nel piatto, partendo dalle foglie di spinaci crude e proseguendo secondo i vostri gusti.
Aggiungere i bocconcini di salmone e condire con la salsa allo yogurt.



domenica 5 novembre 2017

Torta rovesciata alle pere caramellate

La mia è la rivisitazione di una ricetta dello Chef Franco Aliberti, io ne ho tratto una mia versione più light, o che comunque si addice meglio alle mie abitudini e ai miei gusti.
La ricetta originale la potete trovare sulla sua pagina Facebook, io ho sostituito il burro con l'olio di semi, e in quantità molto ridotta. Ho inoltre utilizzato meno zucchero e tutto integrale, sia per la torta sia per il caramello.  Ho inoltre usato tutta farina integrale.
Il risultato è stato comunque buonissimo, anzi direi davvero eccezionale, forse una delle torte di pere migliori che abbia mai provato! 



Ingredienti per la torta:
2 pere
200 gr di farina integrale 
80 ml di olio di semi 
100 gr di zucchero di canna integrale
125 gr di yogurt bianco intero
2 uova
1 bustina di lievito
Cannella in polvere q.b.

Ingredienti per il caramello:
80 gr di zucchero di canna integrale
10 gr di acqua

Procedimento:
Con le fruste elettriche montare le uova con lo zucchero, lo yogurt e l'olio di semi fino ad ottenere una crema.
Unire poco per volta la farina, il lievito e la cannella, continuando a mescolare con le fruste a bassa velocità.
Ungere bene lo stampo con il burro o foderarlo con carta forno (come ho fatto io) e disporre le pere a spirale.
Preparare il caramello: sciogliere lo zucchero in un pentolino, quando sarà quasi completamente sciolto aggiungere l'acqua e mescolare bene
Versare il caramello sulle pere, cercando di distribuirlo uniformemente. 



Aggiungere l'impasto, meglio se con la sac à poche, in modo che non si spostino le pere. Livellare l'impasto in superficie e infornare a 180 gradi per 35 minuti.
Far raffreddare bene la torta prima di rovesciarla, di modo che il caramello si rapprenda bene.