domenica 12 novembre 2017

Torta speziata al cacao, caffè e arancia

Tanti ingredienti ma una torta molto semplice e dalla riuscita assicurata. Un ottimo equilibrio di sapori, ne mangi una fettina e non sai per quale motivo ti viene voglia subito di prenderne una seconda! 
Prevale il sapore dell'arancia, ma a me che piace molto l'aracia abbinata al cioccolato, direi che è perfetta.
Quello che ci voleva per questa domenica tipica novembrina, dove il primo freddo si fa sentire e ciò che si desidera maggiormente è restare in casa con la propria famiglia e perché no con qualche amico!

Ingredienti:
2 uova
3 cucchiai di cioccolato amaro in polvere
2 cucchiai di mandorle tritate
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 cucchiaino di zenzero in polvere
1 cucchiaino di noce moscata in polvere
Qualche semino di anice stellato
1 bustina di lievito
2 cucchiaini di caffè solubile 
1 cucchiaino di caffè
1 tazzina di caffè
1 arancia
80 ml di olio di semi
200 gr di farina

Preparazione:
Sbattere le uova con lo zucchero, l'olio di semi, la tazzina di caffè e il succo di una arancia.
Poco per volta unire tutti gli ingredienti secchi, le spezie, i caffè, il cacao, la scorza grattugiata dell'arancia, le mandorle tritate e infine la farina.
Volendo si può continuare con la frusta elettrica, amalgamando bene gli ingredienti.
Imburrare una teglia o foderarla con carta forno, riempire con l'impasto e infornare a 180 gradi per 30 minuti.
Spolverare con zucchero a velo.



giovedì 9 novembre 2017

Salmone e verdure al vapore con salsa allo yogurt e zenzero

Quanto mi è piaciuto questo piatto! A vederlo può sembrare elaborato, o forse "complicato". Per qualcuno può essere "triste", per il fatto che è tutto cotto a vapore. 
È invece un piatto ultra semplice e velocissimo da preparare! Basta mettere gli ingredienti in vaporiera ed è fatta! 
Ed è tutt'altro che triste, anzi è molto buono e stuzzicante, oltre che essere sano e genuino, ricco di ferro e omega 3! 
***La cottura del salmone al vapore è ideale, poiché il grasso del salmone viene eliminato, lo troverete tutto nell'acqua della vaporiera! 

Ingredienti:
1 trancio di salmone alto circa 2 cm
1 zucchina
Qualche fagiolino
1 finocchio
1/2 avocado
Qualche foglia di spinaci 
5/6 asparagi
Zenzero
Limone
50 gr di yogurt
Pepe nero
Sale
Olio e.v.o.

Procedimento:
Pulire il salmone e ricavarne dei bocconcini, della dimensione che preferite.
Aromatizzare l'acqua della vaporiera aggiungendo la scorza del limone, la "barba" del finocchio e un pezzetto di radice di zenzero.
Tagliare le verdure, e disporre nella vaporiera, tranne gli spinaci e l'avocado.
Una volta cotte le verdure (ci vorranno circa 15 minuti) aggiungere il salmone e far cuocere per altri 15 minuti.
Nel frattempo preparare la salsa allo yogurt frullando 50 gr di yogurt con un filo d'olio, il succo dello zenzero (circa 1 cucchiaino), un paio di foglioline di spinaci crudi e un pizzico di sale e il pepe.
Disporre le verdure nel piatto, partendo dalle foglie di spinaci crude e proseguendo secondo i vostri gusti.
Aggiungere i bocconcini di salmone e condire con la salsa allo yogurt.



domenica 5 novembre 2017

Torta rovesciata alle pere caramellate

La mia è la rivisitazione di una ricetta dello Chef Franco Aliberti, io ne ho tratto una mia versione più light, o che comunque si addice meglio alle mie abitudini e ai miei gusti.
La ricetta originale la potete trovare sulla sua pagina Facebook, io ho sostituito il burro con l'olio di semi, e in quantità molto ridotta. Ho inoltre utilizzato meno zucchero e tutto integrale, sia per la torta sia per il caramello.  Ho inoltre usato tutta farina integrale.
Il risultato è stato comunque buonissimo, anzi direi davvero eccezionale, forse una delle torte di pere migliori che abbia mai provato! 



Ingredienti per la torta:
2 pere
200 gr di farina integrale 
80 ml di olio di semi 
100 gr di zucchero di canna integrale
125 gr di yogurt bianco intero
2 uova
1 bustina di lievito
Cannella in polvere q.b.

Ingredienti per il caramello:
80 gr di zucchero di canna integrale
10 gr di acqua

Procedimento:
Con le fruste elettriche montare le uova con lo zucchero, lo yogurt e l'olio di semi fino ad ottenere una crema.
Unire poco per volta la farina, il lievito e la cannella, continuando a mescolare con le fruste a bassa velocità.
Ungere bene lo stampo con il burro o foderarlo con carta forno (come ho fatto io) e disporre le pere a spirale.
Preparare il caramello: sciogliere lo zucchero in un pentolino, quando sarà quasi completamente sciolto aggiungere l'acqua e mescolare bene
Versare il caramello sulle pere, cercando di distribuirlo uniformemente. 



Aggiungere l'impasto, meglio se con la sac à poche, in modo che non si spostino le pere. Livellare l'impasto in superficie e infornare a 180 gradi per 35 minuti.
Far raffreddare bene la torta prima di rovesciarla, di modo che il caramello si rapprenda bene.



venerdì 3 novembre 2017

Zuppa di fagioli zolfini e cavolo nero

Una carissima amica mi ha portato come souvenir del suo viaggio in Toscana, un sacchetto di fagioli zolfini, oltre ad una selezione di prodotti tipici meravigliosi, che fortuna!! 
Ho pensato che per gustarli al meglio non avrei dovuto scostarmi molto dalla tradizione. Ho preparato perciò una zuppa, aggiungendo del cavolo nero, tipicamente toscano ed ingrediente fulcro della ribollita.
Come dicevo prima, il fagiolo zolfino è un prodotto tipico toscano, riscoperto e valorizzato soprattutto negli ultimi anni, tanto da ottenere il riconoscimento IGP.
Si produce principalmente nel Valdarno, il suo nome deriva dal colore, simile allo zolfo.
La caratteristica particolare di questo fagiolo è la buccia sottile, che lo rende molto digeribile.
Nonostante la sua morbidezza e cremosità, tiene molto bene la cottura, conservando il suo sapore intenso.

Ingredienti:
250 gr di fagioli zolfini (se non li avete potete utilizzare i cannellini)
Foglie di cavolo nero q.b.
1 spicchio d'aglio
1/2 cipolla 
1 cucchiaino di conserva
1 carota
1 pezzetto di gambo di sedano
Brodo vegetale 
Pepe
Olio evo

Preparazione:
Innanzitutto verificate se i vostri fagioli hanno bisogno di ammollo. L'etichetta dei miei riportava che non ce n'era bisogno, ma io per accelerarne un po' la cottura ho preferito metterli comunque in ammollo per almeno 4 ore, vedete voi!
Pulite il cavolo nero, ricavandone soltanto la parte tenera delle foglie ed eliminando la "corteccia" interna.
Preparate un soffritto con la cipolla tritata finemente e lo spicchio d'aglio.
Aggiungete le foglie di cavolo nero, il sedano e la carota interi, il cucchiaino di concentrato di pomodoro e i fagioli. Fate insaporire qualche minuto, mescolando e poi coprite con brodo vegetale o acqua. Il liquido deve superare di un paio di centimetri le verdure. Se utilizzate l'acqua aggiungete sale.
Se i fagioli non sono stati ammollati potrebbe volerci un'ora di cottura in più, quindi dovrete aggiungere più acqua, dovete regolarvi ad occhio mano mano cuociono, eventualmente ne aggiungete altra (sempre calda) durante la cottura.
Prima di servire prelevate un paio di mestoli di zuppa e frullateli. Aggiungeteli alla zuppa per ottenere una consistenza più cremosa.
Servire con L'aggiunta di pepe nero e un filo d'olio extra vergine d'oliva.
Accompagnate con fette di pane toscano abbrustolito. 




sabato 28 ottobre 2017

Torta alla zucca e amaretti con gocce di cioccolato fondente

Visto la mia passione smisurata per la zucca non potevo mancare di utilizzarla anche per fare un dolce. Inoltre fra pochi giorni è Halloween, festa che fino a qualche anno fa ignoravo totalmente, mentre ora da quando c'è il mio piccolo fantasmino che la adora, devo per forza affrontare!
Martedì ho organizzato per lui e qualche suo amichetto, una merenda "spaventosa", quindi ho voluto testare una torta che andasse bene per tutti e fosse a tema. Naturalmente per loro avrà un tipo di decorazione differente, questa l'ho decorata in vista di una merenda con le amiche di sempre.
È facile e veloce da fare, poi si sa...l'abbinamento zucca-amaretti è perfetto e le gocce di cioccolato ci stanno pure benissimo! 

Ingredienti:
200 gr di zucca (cotta)
100 gr di amaretti
1 bustina di lievito
80 ml di olio di semi
2 uova
100 gr di zucchero
200 gr di farina
Gocce di cioccolato q.b.

Procedimento:
Tagliare la zucca a fette, anche di grosse dimensioni, e cuocere in forno a 200 gradi per mezz'ora circa.
(La zucca può essere anche cotta a vapore, tuttavia è meglio cuocerla al forno perché perde più acqua e rimane quindi meno umida)
Frullare la zucca fino ad ottenere un purè.
Tritare gli amaretti molto finemente.
Con le fruste elettriche sbattere le uova con lo zucchero e l'olio di semi.
Incorporare la zucca e gli amaretti e mescolare bene.
Aggiungere anche la farina e il lievito setacciati, poco per volta, continuando a mescolare con le fruste a bassissima velocità. 
Alla fine aggiungere le gocce di cioccolato, a vostro piacimento.
Infornare a 180 gradi per 30-35 minuti.





mercoledì 25 ottobre 2017

Ciambella alle castagne con glassa al cioccolato fondente

Mi trovavo ad aver lessato troppe castagne, seppur buonissime, erano veramente tante! Ho pensato quindi di perderci una mezz'ora per pulirle ma di poterle recuperare per farne un buon dolce.
Ho fatto proprio bene, questa ciambella è venuta davvero buonissima! Ed è velocissima da fare, il lavoro più lungo è proprio quello di pulire le castagne, ma per chi non avesse tempo...ho scoperto che ci sono in vendita anche già cotte e sbucciate! 

Ingredienti:
2 uova
125 gr di yogurt bianco
200 gr di castagne lessate e sbucciate
200 gr di farina (io metà bianca 00 e metà integrale)
Vaniglia q.b.
80 gr di zucchero
40 gr di olio di semi
1 bustina di lievito 
100 gr di cioccolato fondente

Procedimento:
Con la frusta elettrica sbattere le uova con lo zucchero e l'olio di semi. Aggiungere anche lo yogurt, mescolando bene. Incorporare poco per volta anche le farine setacciate, la vaniglia e il lievito, mescolando sempre bene, volendo si può continuare ad utilizzare le fruste elettriche.
Unire le castagne sbriciolate nell'impasto, mescolando bene in modo si distribuiscano uniformemente nell'impasto.
Infornare a 180 gradi per 30-35 minuti.
Sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria, posizionare la torta (fredda) su una griglia e versarvi il cioccolato fondente finché sarà completamente rivestita.


martedì 17 ottobre 2017

Insalatona autunnale

INon è mia abitudine postare delle ricette-non ricette, ma visto il successo che questa insalatona ha riscosso sui social, ho realizzato che forse non sempre serve la vera e propria ricetta, ma spesso a noi donne, e mamme di famiglia, piace l'idea, il suggerimento! Come del resto capita spesso a me consultando i blog che seguo.
Come dicevo sui social...chi l'ha detto che le insalatone son buone solo d'estate? Questa insalatona ne è un esempio! Verdura rigorosamente di stagione e super bio! 
Ecco di seguito gli ingredienti che ho utilizzato:
1 radicchio rosso piccolo
1/2 cespo di insalata verde a vostra scelta
1 finocchio
1/2 mela Fuji 
Noci q.b.
Uva rossa q.b.
1 scatoletta di sgombro

Ho grigliata i finocchi, per avere una consistenza più morbida e un sapore più confortevole, meno forte.
Ho disposto le verdure come vedete nella fotografia, aggiungendo i finocchi grigliati, i gherigli di noce e  gli acini d'uva tagliati a metà.
Ho condito esclusivamente con sale e olio extra vergine d'oliva.
Ho accompagnato con fette di pane ai cereali.