giovedì 6 dicembre 2018

Ciambella ai cachi e cioccolato fondente **senza uova e **senza burro

Quest'anno le piante di cachi del campo di papà ci hanno regalato tantissimi frutti e sembrano essere anche molto più buoni rispetto agli altri anni, non me ne intendo ma sicuramente sarà stato sicuramente grazie al tempo che c'è stato negli ultimi mesi.
Ne ho utilizzati alcuni per preparare un dolce genuino e leggero, ideale per la colazione di tutta la famiglia.
Il risultato è stato sorprendente, una ciambella soffice al punto giusto, saporita e fresca, il tutto reso un po' più goloso dalle gocce di cioccolato.
L'umidità data dai cachi ha fatto si che potessi omettere le uova e naturalmente non ho utilizzato burro, ma come sempre ho aggiunto 20 ml di olio di semi.
Ecco come l'ho preparata, se anche voi avete cachi in abbondanza da smaltire!


Ingredienti: 
3 cachi (circa 300 gr)
20 ml di olio di semi
100 gr di zucchero
1 bustina di lievito
essenza di vaniglia
200 gr di farina integrale
gocce di cioccolato a piacere

Preparazione:
Pulire i cachi e trasferire in una bacinella, aggiungere lo zucchero e l'olio di semi e frullare.
Poco per volta aggiungere la farina e il lievito, amalgamando bene.
Aggiungere anche l'essenza di vaniglia e le gocce di cioccolato, quante ne desiderate.
Trasferire l'impasto in una tortiera precedentemente imburrata e infornare a 180° per 35 minuti.
A piacere spolverare con zucchero a velo.
Buona colazione!




venerdì 30 novembre 2018

Drizzle orange plumcake al cacao

Chi mi segue sui social avrà visto magari che qualche giorno fa mi è arrivato un carico di arance dalla Calabria, che fortuna! Ho provveduto subito a fare un po' di marmellata per mantenere, rinchiuso in un barattolo, un po' di sapore d'inverno.
Con questa abbondanza di arance non vuoi farci anche un dolcino?
La mia idea era un dolce dove il sapore dell'arancia si sentisse bene, quindi cosa c'è di meglio di un dolce "inzuppato" da uno sciroppo d'arancia che come pioggerella  (dal nome inglese "drizzle") irrora questo morbidissimo plumcake?
Però..mio figlio che era presente durante la preparazione, ha voluto a tutti costi che aggiungessi del cacao!
Ho fatto bene a seguire la sua idea ed accontentarlo perché ne è uscito un capolavoro!
La foto non rende benissimo, l'ho fatta in fretta perché come sempre le nostre colazioni sono incasinatissime, ma garantisco sulla ricetta e sulla sua buona riuscita!

Ingredienti:
800 gr di zucchero
30 ml di olio di semi
2 uova
1 bustina di lievito
1 arancia (succo e scorza)
30 gr di cacao amaro
200 gr di farina integrale

Per lo sciroppo:
200 ml di acqua
1 arancia 
100 gr di zucchero

Procedimento:
Con le fruste elettriche montare le uova con lo zucchero e l'olio di semi. Aggiungere anche il succo dell'arancia e la sua scorzetta, continuando a montare con le fruste.
Poco per volta incorporare il cacao, la farina e il lievito, mescolando piano sempre con le fruste.
Trasferire l'impasto in una teglia da plumcake imburrata o foderata di carta forno.
Cuocere a 180 gradi per 35 minuti.
Poco prima di sfornare preparare lo sciroppo: portare l'acqua ad ebollizione con il succo d'arancia. Spegnere la fiamma, aggiungere lo zucchero e mescolare finché sarà completamente sciolto.
Appena sfornato il plumcake, mentre è ancora nella teglia, bucherellare con uno stuzzicadenti da spiedino.
Fare tanti buchi, in modo che lo sciroppo vada a distribuirsi uniformemente.
Versare lo sciroppo sul plumcake e lasciare raffreddare nella teglia.
Una volta raffreddato bene sformare e decorare a piacere con zucchero a velo o con qualche fettina d'arancia, meglio ancora se caramellata.
Sentirete che plumcake soffice e profumato che otterrete! 




mercoledì 28 novembre 2018

Spaghetti con scarola, acciughe, olive taggiasche e briciole di pane croccante

Un "Signor Spaghetto" come ha detto mio marito!
Servito in un super piatto, aggiungerei io!
Facevo il filo da un po' a questi piatti e mia sorella me ne ha regalato uno per il compleanno, mangiare in un piatto così è un valore aggiunto!
Tornando allo spaghetto..il sapore amarognolo della scarola ripassata in padella, il soffrittino fatto con l'acciuga, l'aggiunta dell'oliva taggiasca, il tutto arricchito dalle briciole di pane croccante, un abbinamento eccellente!

Ingredienti: (per 3-4 persone)
1 cespo di insalata scarola
4 acciughe
1 spicchio d'aglio
2 cucchiai di olive taggiasche
1 fetta di pancarré integrale
olio e.v.o.

Preparazione: 
Pulire la scarola e tagliuzzarla grossolanamente.
In una padella piuttosto capiente soffriggere lo spicchio d'aglio e le acciughe con un filo d'olio extra vergine d'oliva.
Aggiungere la scarola, facendola appassire senza aggiunta di acqua. Perderà molto del suo volume.
Far insaporire qualche minuto e aggiungere anche le olive taggiasche.
Ridurre a briciole, con il tritatutto, la fetta di pancarré.
Scaldare ben un pentolino antiaderente e farvi abbrustolire le briciole di pane.
Scolare gli spaghetti al dente, ripassare in padella con la scarola, servire con l'aggiunta delle briciole di pane e un filo d'olio extra vergine d'oliva a crudo.

























giovedì 22 novembre 2018

Salame di cioccolato

Il salame al cioccolato è un dolce che mi ricorda moltissimo le festicciole di compleanno di quando ero bambina, non poteva assolutamente mancare sulle tavole delle nostre feste di compleanno!
Poi crescendo, da adolescente e da ragazza, è diventato il dolce must (oltre la torta di Mars..) da portare alle feste organizzate tra amici. Facile da preparare per tutti, senza cottura, goloso..perfetto come dessert dopo aver ingurgitato chili e chili di patatine e arachidi e qualche tristissima pasta scondita..!
Non l'avevo mai più preparato, finché mio figlio ha visto, non ricordo nemmeno dove, un'immagine di un salame al cioccolato, che ha richiamato subito la sua attenzione.
Un dolce dalla simpatica forma di salame, per lo più fatto di biscotti e cioccolato, due ingredienti che lui ama, non ho potuto sottrarmi alla sua richiesta di preparaglielo!
Anzi, visto la facilità della preparazione è stato molto divertente prepararlo insieme domenica mattina, mentre la piccolina di casa mangiava i pezzettini di biscotti che cadevano dal tavolo.

Ingredienti:
2 uova
125 gr di burro
250 gr di cioccolato fondente
100 gr di zucchero
250 gr di biscotti secchi
Volendo si può aggiungere all'impasto anche un cucchiaio di rum!

Procedimento: 
Tagliare il burro a pezzetti e far ammorbidire fuori dal frigorifero.
Spezzettare i biscotti con le mani, a pezzetti non troppo piccoli (devono vedersi all'interno del salame)
Con le fruste elettriche sbattere le uova con lo zucchero fino ad ottenere una crema omogenea.
Spezzettare il cioccolato fondente e sciogliere a bagnomaria.
Una volta sciolto aggiungere poco per volta anche il burro e mescolare bene finché sarà completamente sciolto.
Incorporare la crema di cioccolato al composto di uova e zucchero e amalgamare bene.
Aggiungere i biscotti spezzettati e mescolare bene in modo si dispongano uniformemente.
Versare l'impasto su un pezzo di carta forno e avvolgere, dandogli la forma di una salame.
Avvolgere ulteriormente in un pezzo di carta alluminio, perfezionando la forma.
Far raffreddare in frigorifero almeno 4/5 ore prima di servire.
L'ideale sarebbe servire accompagnato da un ricciolo di panna montata. 







venerdì 16 novembre 2018

Pancakes di patate

Chiamarli pancakes fa più tendenza, ma effettivamente queste focaccine di patate, sia per l'aspetto, sia per la preparazione e la cottura, sono molto simili a dei pancakes.
Si preparano in pochi minuti e sono l'ideale per quando non si ha in casa il pane, come accompagnamento di salumi e formaggi, per una cenetta frugale.
Io li ho accompagnati a salmone affumicato, bresaola, crescenza con erba cipollina, tonno e salsa calabrese iper piccante. 



Ecco di seguito come li ho preparati:

Ingredienti:
3 patate
1/2 cipolla
1 uovo
1 cucchiaio di farina
sale, pepe
olio extra vergine d'oliva

Procedimento:
Lessare le patate e la mezza cipolla. Scolare e far sgocciolare bene, in modo perdano più acqua possibile.
Frullare benissimo le patate insieme alla cipolla, deve risultare proprio una crema, dall'aspetto un po' appiccicoso. 

Trasferire in una bacinella, aggiungere l'uovo, la farina, un pizzico di sale e un po' di pepe macinato.
Lasciar riposare l'impasto una mezz'oretta.
Scaldare la padella e ungere con un filo d'olio. 
Con un mestolino trasferire l'impasto in padella, dandogli la forma tipica del pancake. Far cuocere un minuto per parte, girandoli con attenzione perché sono così morbidi che si spaccano facilmente.






lunedì 12 novembre 2018

Risotto con porro e cavolo nero

Ieri è stata una di quelle domeniche casalinghe che ogni tanto ci vogliono e che onestamente desideravo da un po' di settimane.
Fuori il clima era grigio, umido, tipicamente novembrino e niente invogliava ad uscire, se non necessario.
Abbiamo così passato una domenica in famiglia, senza mettere piede fuori da casa, tra giochi sui tappeti, un film, qualche pop-corn, un pisolino e tante coccole, non potevo desiderare di meglio. 

Visto che eravamo anche un po' tutti malaticci, per il pranzo della domenica nessuno di noi desiderava grandi cose, un risotto è la soluzione migliore per tutti, caldo, leggero, rigenerante. 
Un piatto che ci ha messo d'accordi tutti e quattro, dalla piccolina di 14 mesi a noi adulti. 

Il cavolo nero è un ortaggio d'eccellenza di questa stagione, io lo amo molto e trovarlo nella mia cassetta di verdura bio venerdì mi ha rincuorata subito.
Solitamente lo utilizzo in zuppe o minestre, questa volta ho pensato di tritarlo finemente e farci un risottino. Splendida idea, è piaciuto a tutti!



Ingredienti (per 4 persone):
1 pezzetto di porro (5 cm circa)
1 mazzetto di cavolo nero
olio extra vergine d'oliva
300 gr di riso arborio
1 lt di brodo vegetale (io l'ho preparato con sedano, carota, cipolla)
1 pezzettino di burro
20 gr di parmigiano

Preparazione:
In una padella soffriggere il porro, tagliato a rondelle, con una noce di burro.


Sfumare con un mestolo di brodo e far ammorbidire qualche minuto. 
Aggiungere il riso, mescolare continuamente e far tostare per un attimo. 
Sfumare con il brodo e aggiungere anche il cavolo nero precedentemente pulito e tagliuzzato finemente.



Continuare con la preparazione del risotto, mescolando continuamente e aggiungendo brodo man mano, all'occorrenza.



A cottura quasi terminata mantecare con l'aggiunta di un pezzettino di burro e il parmigiano grattugiato. 
Servire a piacere con l'aggiunta di un filo d'olio extra vergine a crudo. 
(Ci sta molto bene anche un pizzico di peperoncino macinato)   



venerdì 26 ottobre 2018

Torta al cacao al melograno e rum, con crema al mascarpone e mandorle, coulis di lamponi, ganache al cioccolato fondente e frutti di bosco

Come si intuisce dalla fotografia, questa è la torta che ho preparato per il diciottesimo compleanno di mio nipote!




L'ho già detto altre volte, preparare un dolce per una persona cara, alla quale vuoi molto bene, è un piacere particolare.
Ho messo tanto amore in questa torta, forse è per quello che è venuta così tanto buona! 
Solitamente sono molto critica con me stessa, stavolta devo ammettere che era davvero buonissima, niente da invidiare ad una torta di pasticceria! 
Sembra più complicata a dirsi che a farsi questa torta, anche se effettivamente ha più preparazioni da fare, ma con calma e con amore si fa tutto! 

Ingredienti per la base:
3 uova
150 gr di zucchero
80 ml di olio di semi
250 ml di latte
1 bustina di lievito
75 gr di cacao
50 gr di frumina
200 gr di farina di tipo 1

Ingredienti per la crema al mascarpone:
200 ml di panna da montare
200 gr di mascarpone 
200 gr di crema alle mandorle (se preferite potete sostituirla con crema alle nocciole, al pistacchio, oppure ometterla)

Ingredienti per la bagna:
2 melograni
1 cucchiaio di rum

Ingredienti per il coulis di lamponi:
200 gr di lamponi
50 gr di zucchero a velo
2 cucchiai di succo di limone

Ingredienti per la ganache al cioccolato fondente:
200 ml di panna liquida
250 gr di cioccolato fondente

Preparazione della base:
Montare le uova con lo zucchero. Aggiungere uno per volta gli ingredienti liquidi continuando a montare con le fruste elettriche.
Poco per volta aggiungere anche gli ingredienti secchi, continuando a mescolare con le fruste. 
Trasferire l'impasto in uno stampo precedentemente imburrato.
Cuocere a 180° per 35 minuti circa (Far sempre la prova stecchino prima di sfornare)

Preparazione crema al mascarpone e mandorle:
Montare benissimo la panna, incorporare poco per volta anche il mascarpone e la crema alle mandorle.
Riempire una sac à poche con la crema e conservare in frigorifero.

Preparazione del coulis di lamponi:
Lavare bene i lamponi sotto l'acqua corrente ed asciugare con un panno carta.
Trasferire i lamponi in un pentolino a fiamma bassa. Farli appassire, aggiungere lo zucchero a velo e il succo di limone.
Mescolare finché i lamponi si saranno sciolti e avremo ottenuto una sorta di marmellatina.
Trasferire in un colino e passare con il dorso di un cucchiaio, di modo che rimangano nel colino tutti i semini dei lamponi. 

Preparazione della bagna al melograno: 
Dividere i melograni a metà e spremere con lo spremiagrumi, come fossero agrumi.
Aggiungere al succo ottenuto un cucchiaio di rum e tenere da parte.

Preparazione della ganache al cioccolato fondente:
Tritare finemente il cioccolato fondente 
Portare ad ebollizione la panna liquida, quando comincia a bollire spegnere la fiamma ed aggiungere il cioccolato, poco per volta, mescolando molto bene. 
La ganache è pronta, si usa calda se si vuole coprire la torta completamente, se si fa invece raffreddare e rapprendere un po' la si può usare con la sac à poche per fare decorazioni sulla torta. 


Assemblaggio
Una volta raffreddata la torta, dividere a metà, oppure se si utilizza una tortiera di diametro più piccolo, dividere in tre parti.

Con un pennellino, bagnare la torta con la bagna al melograno e rum.

Farcire con la crema al mascarpone facendo uno strato piuttosto alto, circa 1 cm.

Aggiungere sopra alla crema anche il coulis di lamponi.

Sovrapporre un'altro strato di torta e bagnare anch'esso con la bagna al melograno.



Posizionare la torta su una grata, e ricoprire con la ganache al cioccolato. 

Farcire a piacere con i frutti di bosco.