sabato 25 marzo 2017

Torta rovesciata alle banane e pompelmo rosa

In questa splendida e caldissima giornata di primavera, mi è venuta voglia di fare una torta dai sapori freschi ed estivi! Gusti che si abbinano molto bene, resi più golosi dal caramello che sta alla base della torta ad avvolgere le banane. 
Io e il mio piccolo abbiamo trascorso tutta la giornata fuori, passeggiando da un parco all'altro, in mezzo alla natura, soffermandoci nei prati a raccogliere margherite e a godere del primo sole caldo di primavera! 
Tutto questo stare all'aria aperta l'ha così stancato che poco fa s'è buttato sul lettone per gioco e dopo pochi minuti l'ho trovato addormentato nella fresca morbidezza del letto di mamma e papà! 
Mentre dorme ho preparato questa torta, così profumata ed invitante che quando si sveglierà avrà per merenda una bella sorpresa! 

Ingredienti per il caramello:
40 gr di burro
50 gr di zucchero di canna
15 gr di succo di pompelmo rosa

Ingredienti per la torta:
3 uova
200 gr di zucchero
80 ml di olio di semi
1 bustina di lievito
1/2 bicchiere di succo di pompelmo rosa
Scorza grattugiata di mezzo pompelmo
250 gr di farina
1 banana

Procedimento:
Foderare una tortiera con carta forno e disporvi le fettine di banana a piacere. 
Preparare il caramello:
Sciogliere il burro in una padellina antiaderente, aggiungere lo zucchero di canna e il succo di pompelmo.
Non appena pronto versare il caramello sulle banane e tenere da parte.

Montare le uova con lo zucchero e l'olio di semi utilizzando le fruste elettriche. 
Aggiungere il succo di pompelmo, la scorza grattugiata e poco per volta la farina e il lievito setacciati, mescolando sempre a bassa velocità con le fruste elettriche.
Versare l'impasto sulla base di banane e caramello e infornare a 180 gradi per 40 minuti.
Far raffreddare bene la torta prima di capovolgerla.








venerdì 24 marzo 2017

Riso Thai e grano saraceno con verdure saltate e uova strapazzate

Una presentazione molto minimal...ma secondo me quella più indicata per questo piatto così pulito, così perfetto!
Un primo piatto leggero e sano, ideale per la pausa pranzo, ricco di tutti i nutrienti necessari per affrontare questo venerdì pomeriggio. 
Cereali, verdure, uova, senza condimenti, povero di sale e senza grassi aggiunti. 

Ingredienti:
100 gr di riso thai e grano saraceno
1 zucchina
1 carota
1/2 finocchio
salsa di soia q.b.
1 uovo

Preparazione: 
Tagliare le verdure a listarelle molto sottili. Saltarle in una padella antiaderente e sfumarle con abbondante salsa di soia. Non aggiungere sale perché la sapidità è data già dalla salsa di soia. 
Cuocere solo per qualche minuto, le verdure devono rimanere croccanti e asciutte.
In un'altra padella antiaderente rompere un uovo e non appena comincia a rapprendersi mescolare con la spatola in silicone, ottenendo degli straccetti.
Cuocere il riso in acqua salata, una volta scolato aggiungerlo alle verdure e saltarlo un minuto a fiamma viva. Soltanto alla fine aggiungere l'uovo. 
Condire a piacere con un filo d'olio extra vergine d'oliva.




giovedì 16 marzo 2017

Orecchiette integrali con pesto di foglie di barbabietole

Nel preparare questo pesto ho realizzato ancora una volta che i nostri nonni, oltre a non sprecare niente di ciò che la terra gli offriva, mangiavano bene, sano e con gusto!
Questo pesto è di una bontà sorprendente, sapeva di erboristeria, di natura, di campo fiorito! Spero di poterlo rifare al più presto.

Le orecchiette è un formato di pasta che si presta benissimo per accogliere un pesto, soprattutto queste che erano di qualità eccellenti, integrali e trafilate al bronzo.

Ma ecco come ho preparato il pesto:



Ingredienti:
10 foglie di barbabietola
10 mandorle
1 cucchiaio colmo di semi di sesamo
Olio e.v.o. 
sale
acqua q.b.

Procedimento:
lavare accuratamente le foglie delle barbabietole ed utilizzare soltanto la parte morbida, non il gambo.
Frullare insieme agli altri ingredienti. Per quanto riguarda l'olio regolatevi a piacere, se non avete problemi utilizzatene pure un pochino di più, altrimenti come ho fatto io aggiungete un cucchiaio circa di acqua, in modo da riuscire a frullare ed amalgamare meglio gli ingredienti.

Condire la pasta e servire a piacere con l'aggiunta di un po' di pecorino o di un formaggio stagionato di capra, ma pochissimo, altrimenti copre il sapore naturale del pesto! 



giovedì 9 marzo 2017

Eccomi qua...torno con due belle novità! Una famiglia che si allarga ed essere in finale a Chef per una notte!

Dopo tanti giorni di latitanza (giustificata) torno a riempire qualche riga del mio blog e ricomincio facendolo con due belle novità! 
In primis...ebbene sì, tra qualche mese arriverà un nuovo componente a riempire di amore e di gioia questa famiglia pazzerella! Dopo qualche mese difficoltoso, adesso sto bene e spero di riprendere il ritmo! Ora che sto bene mi sto godendo la mia pancia, pancia che si intravede abbondantemente anche dalle fotografie che sto per condividere con voi! 

La seconda notizia, che chi mi segue su Facebook conosce già, è che sono tra i sette finalisti di Chef per una notte, concorso di rilevata importanza nella mia città! 
Ho vinto nella categoria dolci con la mia cheesecake alla zucca e cioccolato fondente.
Lunedì mattina abbiamo fatto le prove generali al ristorante Carlo Magno, diretti dallo chef Maffioli, che ci ha ospitati nella sua cucina.
Un'esperienza strepitosa, senz'altro l'esperienza più bella da quando ho intrapreso l'avventura di questo blog! 
Ho conosciuto i finalisti delle altre categorie, siamo una bella squadra, tutti accomunati dalla stessa grande passione. I loro piatti sono ottimi, di alta qualità! 
Lunedì si disputerà una bellissima finale, in occasione della cena di gala, sempre presso il ristorante Carlo Magno.


Qualche foto di lunedi, e poi vi terrò aggiornati! 









martedì 7 febbraio 2017

Paella mista, carne e pesce

Non è certo la prima volta che propongo sul mio blog la paella! Ma non posso fare a meno di condividerla, perché ogni paella è diversa, ha la sua storia, racchiude il ricordo di un bel pranzo o di una bella cena con gli amici.
Mi piace preparare la paella quando vengono gli amici, come ho già detto altre volte, oltre ad essere molto buona, mi mette allegria, mi piace presentarla in mezzo alla tavola e accompagnarla con un'ottima sangria, fatta in casa naturalmente!

Sono affezionata alla paella per due motivi, un po' perché amo la Spagna ed ho dei bellissimi ricordi legati a quando ero una ragazzina, studiavo spagnolo ed ero stata in Spagna per uno scambio culturale, che resterà per sempre una delle più belle esperienze della mia vita. E anche perché la paella rappresenta un po' l'amicizia, quella vera e profonda, con una cara amica, Graziella, una gran donna e una cuoca eccellente, che mi ha appassionata alla cucina.
Con orgoglio dico che è lei, insieme a suo padre, che mi hanno fatto avvicinare con curiosità alla cucina e alla passione che si può mettere in ogni piatto che prepariamo.
E' lei che mi ha fatto assaggiare per la prima volta una paella "fatta in casa" cosa che per me era quasi impossibile anche solo immaginare di farla e mi ha dato la tanto agognata ricetta, tramandata da una zia.
Ho sempre seguito la sua ricetta, senza variazioni, così come me l'ha dettata la prima volta quando ero ancora ragazzina!

La ricetta la potete visualizzare cliccando su questo link, come ho detto è sempre uguale quindi inutile che la riscriva, ecco invece qui di seguito le foto della paella di questa domenica, strepitosa!








lunedì 30 gennaio 2017

Crostata alle mele, pere e frutti di bosco

Ero distante dal blog da due settimane, due settimane faticose e impegnative, con un susseguirsi di malanni per me e per il mio bambino, che ci hanno provato parecchio fisicamente.
Per fortuna niente di grave, ora sembra tutto risolto, ma non vedo l'ora che passi questo gennaio, questo freddo così pungente e che magari arrivi anche un po' di pioggia e che si porti via un po' di virus!
Qui a Brescia ormai abbiamo perso il conto dei giorni che non piove, che da una parte fa piacere, ma dall'altra ci rendiamo ormai conto tutti di quanta necessità d'acqua ci sia!

Nel mio terzo weekend reclusa in casa per cause di forza maggiore, ho trovato la voglia e il tempo di fare una crostata, testando la mia nuova planetaria. Il risultato m'è piaciuto molto e la farcitura che ho scelto mi ha soddisfatta tantissimo!
Mi piacciono molto i frutti di bosco, abbinati alle mele e alle pere mi hanno ricordato i sapori dell'Alto Adige, posto che adoro...

Ingredienti: ***
600 gr di farina
250 gr di burro ammorbidito a temperatura ambiente
3 uova
200 gr di zucchero
vaniglia
scorza grattugiata di 1 limone
4 cucchiai di marmellata di frutti di bosco
1 mela
1 pera
frutti di bosco q.b.
cannella 1 cucchiaio di zucchero di canna

***con queste dosi vengono due crostate oppure vi avanza della frolla per fare degli ottimi biscottini, altrimenti dimezzate le dosi! 

Procedimento (con planetaria):
Sabbiare in planetaria il burro con la farina a velocità 1. Una volta che la farina avrà completamente assorbito il burro, aggiungere le uova, lo zucchero, la vaniglia e la scorza grattugiata di mezzo limone. Continuare con la velocità 1 finché si otterrà la classica "palla".
Avvolgere l'impasto nella pellicola e far raffreddare in frigorifero per mezz'ora.

Nel frattempo tagliare la mela e la pera a cubetti. Mettere in una padella con un cucchiaio di zucchero di canna e una spolverata di cannella, il succo di mezzo limone e i frutti di bosco. Io ho utilizzato quelli surgelati quindi non ho aggiunto acqua perché hanno lasciato molto succo.
Far cuocere finché il succo si sarà completamente assorbito.

Stendere la sfoglia, stendere uno strato leggero di marmellata e aggiungere la frutta. Decorare a piacere, io ho fatto qualche formina di mele, per richiamare il tema della torta e qualche striscia più classica.

Infornare a 180° per 35 minuti.





lunedì 16 gennaio 2017

Fregola sarda con vongole e broccoletti

La fregola sarda l'ho scoperta soltanto da qualche anno, quando me l'ha portata mia sorella come souvenir da una delle sue vacanze in Sardegna.
Questa volta ho provato l'abbinamento vongole-broccoletti e devo dire che mi è piaciuta ancor più in questa versione, un mix di sapori del mare e della terra!

Ingredienti (per due persone):
150 gr di fregola sarda
300 gr di vongole
1 broccoletto
prezzemolo q.b.
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
2 spicchi d'aglio
2 peperoncini
olio e.v.o.
brodo vegetale q.b.

Preparazione:
Innanzitutto pulire bene le vongole. In una padella molto calda mettere a secco le vongole con uno spicchio d'aglio e un peperoncino, coprire e lasciare che si aprano. Sgusciare le vongole. Filtrare l'acqua che hanno lasciato e tenere da parte.
In una padella preparare un soffritto con olio extra vergine d'oliva, uno spicchio d'aglio e un peperoncino. Unirvi le cime del broccoletto e il concentrato di pomodoro. Aggiungere anche la fregola, lasciar insaporire qualche minuto e sfumare con il brodo.
Continuare la cottura aggiungendo brodo man mano si asciuga, come fosse un risotto.
A metà cottura, oltre al brodo aggiungere anche l'acqua filtrata delle vongole e le vongole sgusciate.
A cottura ultimata aggiungere prezzemolo fresco tritato a piacere.
Servire a piacere con un filo di olio e.v.o. a crudo